Carmine Diodoro,

 

 

nato a Pescara nel 1982, inizia lo studio del pianoforte presso il Conservatorio della sua città. Classificatosi tra i primi posti in diversi concorsi, dopo il trasferimento a Roma, in seguito alla maturità classica, consegue nel 2005 il diploma in pianoforte presso il Conservatorio di musica “S. Cecilia”. Si perfeziona con alcuni maestri di rilievo internazionale tra cui il M° Pavel Egorov, docente presso il Conservatorio di S. Pietroburgo e il M° Michael Petukhov, docente presso il Conservatorio di Mosca. Successivamente consegue il biennio specialistico di alta formazione musicale, indirizzo solistico. Si esibisce come solista e in formazione da camera presso la Confcommercio, la Società Umanitaria, il Festival dei Due Mondi e presso altri importanti enti e associazioni. Nel 2007 prende le prime lezioni di direzione d'orchestra dal M° Nicola Samale. Durante un corso estivo, il M° Lior Shambadal, direttore dei Berliner Symphoniker, lo incoraggia a studiare la direzione d’orchestra in una scuola professionale. Consegue così il triennio di primo livello e il biennio di secondo livello di direzione d’orchestra con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Roma. Si diploma in direzione d’orchestra anche presso l'Accademia Musicale Pescarese con il M° Donato Renzetti. Nel 2015 consegue il diploma in composizione tradizionale presso il Conservatorio di Musica “S. Cecilia” di Roma, dove è stato rappresentante degli studenti e membro del consiglio accademico. Dal 2008 al 2010 è stato il responsabile per la Fondazione Cusani del progetto “La musica va a scuola” e dal 2010 al 2011, per la stessa fondazione, è stato il coordinatore musicale di un “nucleo” di “El Sistema” venezuelano, ufficialmente riconosciuto dal M° José Antonio Abreu. Ha lavorato presso il Reate Festival 2012 e in qualità di Maestro collaboratore presso il Teatro dell'Opera di Roma (2015-2017) e presso il Festival dei Due Mondi a Spoleto (2017-2019). Come direttore d'orchestra, si è esibito presso l'Auditorium del Parco a L'Aquila, la Sala Accademica del Conservatorio Santa Cecilia, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo MAXXI, il Teatro di Villa Torlonia, il Teatro di Tor Bella Monaca, il Teatro Argentina, il Teatro Eliseo, il Priorato di Malta, etc. Lavora inoltre come compositore, arrangiatore, copista ed è docente di educazione musicale e di pianoforte a Roma. È il presidente dell'associazione culturale “Mosaico Armonico” da lui costituita nel luglio del 2012. Dal 2019 è il direttore stabile dell’Orchestra Mandolinistica Romana.